NAVIGATION

16 Sunday, December 2018
Ads Banner

Team Blog: Intervista con Andrea Pirani

Team Blog: Intervista con Andrea Pirani

Torniamo ad occuparci del nostro Team Blog con un'intervista alla new entry Andrea Pirani. Pilota riconosciuto a livello mondiale, Andrea ha iniziato la sua avventura con la nostra R8.0 con una serie di giornate di test, e noi ci siamo messi in contatto con lui perché condividesse col nostro pubblico le sue prime impressioni e le aspettative rispetto alla nuova stagione.

ARC Nitro Italy: Ciao Andrea, e benvenuto in questo blog che ospita i piloti del nostro team per degli approfondimenti periodici. Iniziamo questa intervista con una domanda molto diretta e meno banale di quanto si possa pensare: quali sono i punti di forza della R8.0?

Andrea Pirani: Innanzitutto un saluto a tutti i piloti possessori di ARC. Sicuramente uno dei punti di forza della ARC 8.0 è il rapporto qualità/prezzo. Chi sostiene che un modello economico, che costa meno della media degli automodelli di pari categoria in commercio, sia meno prestazionale e qualitativamente inferiore ad altri marchi ben più costosi si sbaglia: la qualità ARC è senza dubbio di primissimo livello, tant’è che moltissimi piloti utilizzano singole parti ARC per migliorare ed avere un’alternativa più economica da applicare ai loro modelli di marche più costose. Tornando invece ad un concetto prettamente sportivo i punti di forza di ARC sono, al momento, la grandissima tenuta posteriore in tutte le condizioni di pista ed una elevata facilità di guida.

ARC: Il tuo ingresso nel team ARC chiude il cerchio di quella che è una collaborazione molto positiva sia dal punto di vista sportivo che personale con FVSS. Questo aspetto è stato importante nel prendere la decisione di cambiare?

AP: Il mio ingresso nel team ARC è senza dubbio stato favorito anche dall’amicizia ormai decennale con Matteo Sartor, FVSS. Siamo giunti immediatamente ad un accordo che si spera darà i suoi frutti fin dalle prime gare del 2017.

ARC: Tu provieni da un background molto diverso da quello ARC. Con il tuo precedente sponsor sei stato per tempo l’unico sviluppatore del modello, che presentava diverse soluzioni ideate proprio da te. Come ti trovi a collaborare con un team così nutrito e ricco di piloti esperti?

AP: Mentre con il precedente sponsor avevo una figura di sviluppatore al 100%, in ARC posso dedicarmi maggiormente alle gare. Non che prima non lo facessi, ma con ARC non sono l’unico pilota che porterà informazioni riguardo lo sviluppo del modello, ci saranno anche altri piloti come Silvio Hachler, Lars Hoppe e John Ermen. Collaborare inoltre con piloti esperti e competitivi come compagni di team è un maggiore stimolo a fare sempre meglio

arcr8.0_brak

ARC: Da un punto di vista prettamente tecnico, cosa hai individuato come particolare migliorabile sulla R8.0 e come hai iniziato a lavorare per perfezionarlo?

AP: Fino ad ora ho avuto modo di fare 4/5 giornate di test con la ARC R8.0, mi è sembrata subito una macchina molto equilibrata ma che come tutti i modelli è migliorabile sotto alcuni punti di vista. Il mio/nostro obbiettivo è proprio quello di dare al cliente finale un modello molto veloce ma allo stesso tempo facile da guidare e molto affidabile.

ARC: Se dovessi invece scegliere un dettaglio che ti ha particolarmente colpito sul modello, quale sarebbe?

AP: Partendo dal punto di forza di questo modello, cioè la trazione, stiamo ora sviluppando la macchina per avere maggiore sterzata ma incrementare anche la facilità di guida. Le prove da fare sono tantissime e il gruppo di persone che lavora per questo è molto determinato ad ottenere i massimi risultati possibili

ARC: Ti lasciamo con un’ultima importante domanda: come si svilupperà il tuo “race program” nel 2017? In quali gare ti troveremo impegnato?

AP: Le gare che andrò ad affrontare in questo 2017 sono molte, in quanto il calendario è davvero molto ricco quest’anno. Sicuramente prenderò parte al Campionato Italiano Costruttori in entrambe le prove in quanto proverò a difendere il titolo da me ottenuto nel 2016. Parteciperò inoltre al campionato ENS, al campionato del Mondo in Francia e per finire al campionato italiano AMSCI

Top