NAVIGATION

19 Sunday, August 2018
Ads Banner

Team Blog: Intervista a Marco Bianchi

Team Blog: Intervista a Marco Bianchi

Your Lead Paragrpah goes here

Riprendiamo il Tema Blog, con l’intervista al Campione Italiano Junior Marco Bianchi, che correrà anche per il 2018 con il team ARC:

ARC: Cosa hai trovato di diverso nella Arc rispetto al tuo modello che
Usavi prima ?
B.M.:Prima di tutto, ciao anche a te e grazie per i complimenti. A prima vista la differenza
principale tra le due macchine è “il colore”. Una rossa e l’altra neutra. Cmq a parte la
battuta la ARC è più facile da guidare, permettendomi di essere più tranquillo nella
guida e di fare le traiettorie che voglio io, cosa che invece prima facevo fatica a fare.
Inoltre durante le Finali il modello è più costante e risente in maniera minima del
consumo delle gomme, al contrario dell’altra che diventava eccessivamente
nervosa. Inoltre l’ affidabilità e la qualità dei componenti della macchina è
veramente notevole.

ARC : Quali sono i punti di forza, e perché no i punti deboli e quindi da
migliorare nell’ essere parte di un Team così presente e numeroso ?
B.M.: Il team ARC mi ha accolto fin da subito nel migliore dei modi. Ricordo che già alla
prima gara del 2017 ( C. I. Costruttori) ho fatto subito amicizia con tutto il gruppo. Il
punto di forza del team è sicuramente il fatto che durante tutte le competizioni
siamo una “Squadra unita, affiatata e compatta”, infatti ci scambiamo informazioni
riguardanti gli assetti e i modi per rendere la ARC più veloce senza nascondere
modifiche che potrebbero migliorare ulteriormente le prestazioni. Punti deboli in
questo mio primo anno non ne ho trovati.

ARC : Il Team Arc ti ha fornito per il 2017 un pacchetto completo, total-
mente differente dal precedente, come mai una scelta così radicale ?
B.M.: La causa principale di questa scelta era il motore che mi causava parecchi problemi
durante le gare; inoltre nei momenti di difficoltà, sia nella ricerca di un assetto
performante, sia nella carburazione del motore non c’era nessuno a cui chiedere
consiglio.

 

ARC : Consiglieresti ad un Pilota del tuo livello di essere seguito come nel

tuo caso al 100% da un Team come quello Arc ?
B.M.: Assolutamente sì, anche perché il pilota ARC ha la possibilità di rivolgersi a persone
esperte del settore sempre presenti alle gare e che sono molto disponibili e
professionali. Inoltre si “crea” un legame tra Assistente e Assistito che va oltre il
supporto tecnico.

ARC : Da un punto di vista prettamente tecnico, cosa hai individuato come
particolare migliorabile sulla R8.1 e come hai iniziato a lavorare per
migliorarlo ?
B.M.: Vorrei precisare che già di suo la ARC R8.1 è molto competitiva. Se vogliamo trovare
il pelo nell’uovo, vorrei che fosse “leggermente” più reattiva nei cambi di direzione e
un po’ più “cattiva” nelle curve lente. Per ottenere ciò, abbiamo intenzione di
lavorare sull’assetto dell’avantreno.

ARC : Se dovessi scegliere un dettaglio che ti ha particolarmente colpito sul
modello, quale sarebbe ?
B.M.: Fin da subito ho visto che la ARC ha un assetto base che risulta subito performante
su TUTTE le piste. Eventuali migliorie nelle prestazioni si ottengono con pochissime
modifiche senza stravolgere l’assetto base.

ARC : Ti lasciamo con un’ ultima importante domanda : quale cambiamenti
porterai nel tuo pacchetto “Italian Champion” per il 2018 ? e in quali gare
ti vedremo correre ?
B.M.: L’ unica variazione al mio pacchetto 2017 sarà il motore. In quanto quello dell’anno
scorso era molto veloce, ma poco affidabile nelle Finali. Per quanto riguarda le gare
saranno sicuramente le tre prove del C.I. AMSCI, il C.I. Costruttori, il C.I. UISP, il GP
EFRA a Fiorano e Lostallo (CH). E ultimo ma non meno importante il Campionato
Europeo a Cassino. Più eventuali Trofei ( ARC, Novarossi, ecc …). Quindi vi aspetto
tutti in PISTA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

 

Top